lunedì 15 maggio 2017

Giocare al piccolo Marruganti (e al piccolo Griccioli): scenari di roster della stagione che verrà

Si sta già lavorando all'anno prossimo. Intanto in palestra, con gli allenamenti della post season che per tre settimane - quattro giorni a settimana - vedono al palasport per fare del lavoro tecnico  Vildera, Masciarelli e anche Saccaggi, rimasto ospitato da Cappelletti, che a sua volta è costretto dai tempi di recupero a lavorare "solo" sui fondamentali, senza contatto. Mentre Bucarelli forse potrà rimettersi in moto non prima di un mese. Per guardare alla prossima stagione mancano ancora tanti e importanti passaggi a livello societario, in termini di uomini e di denari. Ma se si parla di basket, come già filtrato nelle valutazioni sulla stagione appena finita, il discorso riparte non per caso proprio da questi nomi.

mercoledì 3 maggio 2017

Il bilancio della stagione

La Mens Sana ha chiuso la stagione con 14 vittorie e 16 sconfitte. Una vittoria sotto la parità. Una vittoria più la classifica avulsa fuori dai playoff. Quindi due vittorie fuori dai playoff. Sono quattro vittorie in meno (e quattro sconfitte in più) della scorsa stagione. Con il ruolino di 18-12 di un anno fa la Mens Sana avrebbe chiuso almeno quarta, forse terza a seconda di chi avrebbe potuto battere. Con una squadra costata lo stesso. Costruita molto più tardi. Devastata dagli infortuni (e già da molto tempo si sono tratte le conseguenze in termini di staff) in un modo che non si ricorda a memoria d'uomo.

sabato 29 aprile 2017

Giudizi di fine anno scolastico: il roster

Tentare di tracciare un bilancio della stagione della Mens Sana è uno sport estremo, tanto forti sono le tinte sia degli eventi che l'hanno segnata sia dell'anomalia dei risultati. Il pretesto di partire da quelli che sarebbero i principali protagonisti, i giocatori, aiuta a prenderla alla larga, cominciando già però a pizzicare alcuni punti chiave dell'annata.

sabato 22 aprile 2017

Buona fine e buon principio

Di fare un bilancio della stagione della Mens Sana, per il quale in verità ci sono tutti gli elementi già da qualche settimana, ci sarà tempo nei prossimi giorni. Dell'ultima giornata di campionato, al di là del gusto di ricordare gli otto scudetti proprio davanti alla Virtus Roma, certo ha fatto onore la capacità di chiudere la stagione al meglio con una vittoria contro un'avversaria sentita. Ma più che per quello che ha detto il campo, la giornata sarà ricordata come la prima da quando la Mens Sana è in A2 con lo sponsor sulla maglia. La prima volta 678 giorni dopo la finale-bis di Serie B a Forlì con Agropoli. L'inizio di una nuova era.

martedì 18 aprile 2017

Tabula rasa

Il 18 aprile 2017 diventa sul calendario il giorno in cui la gente di Mens Sana vede tornare sulle maglie lo sponsor che mancava da 674 giorni oggi, dalla finale in Serie B, per apparire domenica per la prima volta sulle divise da quando il club è in A2. Non è originale ma... Soundreef sounds good. Entro la presentazione di venerdì ci sarà modo di riparlarne: di quello che porta di buono nell'immediato nei conti del club, e sul lungo termine per l'impatto dell'operazione - più ampia - dal punto di vista societario.

E' anche il giorno in cui la Mens Sana vede riapparire sull'albo d'oro gli scudetti 2012 e 2013, la Coppa Italia degli stessi anni e la Supercoppa 2013. E' sin dalla serata sulla bocca di tutti l'annullamento da parte del Collegio di Garanzia del Coni, terzo grado di giudizio sportivo, delle risultanze dei due gradi precedenti gestiti dalla Fip, e dunque anche delle revoche dei titoli e delle condanne dei dirigenti. Una decisione più unica che rara, dice chi se ne intende. Inattesa, visto che i vaticini dai corridoi ben informati erano altri. Con alcune spiegazioni già sotto mano, e altre per cui bisognerà aspettare al massimo entro 60 giorni le motivazioni. "Una grande vittoria", ha detto Qualcuno. Nel caso la vittoria di una battaglia, non della guerra, perché questo processo non vale ma un altro andrà fatto: con quali nuovi paletti si capirà proprio dalle motivazioni. Da analizzare nei dettagli, come sempre. Proviamoci ancora (ma brevemente non si può, sia chiaro).

sabato 15 aprile 2017

Niente playoff

Il tracollo a Biella della Mens Sana, 28 punti di scarto, da una parte valorizza a posteriori la partita fatta a suo o tempo sul campo di Tortona, dall'altra ufficializza quello che già da qualche settimana si stava nasando: dopo una vita, la Mens Sana quest'anno non farà i playoff.

sabato 8 aprile 2017

Senza Myers, con dignità

Non ci fosse stato da tenere vive le speranze di playoff, posto che fosse possibile con un calendario del genere, la sconfitta della Mens Sana sul campo di Tortona sarebbe andata dritta nella categoria del "bravi lo stesso". C'è andata per forza in questa categoria, dopo aver perso anche Myers, che non si era allenato in settimana per quella che è stata definita infiammazione muscolare agli adduttori, in una stagione in cui dover fare a meno anche di Cappelletti e poi di Bucarelli rende anche difficile giudicare l'annata. In queste condizioni la Mens Sana ha fatto la partita per tre quarti almeno, con autorità fino a poco prima del riposo e con personalità fino alla fine, sul campo di una squadra da 12 vittorie in 13 partite nel ritorno, seconda matematicamente. Se ci fossero davanti più delle due giornate restanti, ci sarebbero stati motivi per vedere il bicchiere mezzo pieno. Così, resta "solo" una questione di orgoglio e di dignità.