sabato 18 febbraio 2017

Oltre la sconfitta di Legnano

E' andata come doveva, non come poteva. Per la Mens Sana è andata come doveva (57-55, punteggio mai visto)  sul campo di una squadra, Legnano, che da inizio stagione è praticamente sempre stata tra le prime 2-3 del campionato. Come doveva per chi ormai da tempo non ha Bucarelli (e ancora per un po' di tempo rischia di non averlo, altro che tre settimane totali), aveva Mascolo debilitato e per gran parte del secondo tempo ha dovuto fare a meno anche di Myers per forti crampi. Se c'era un tipo di partita per provare a vincere a Legnano, era quello che si è visto, ma col 25% totale dal campo non si va così lontani...  La classifica non si muove, si muovono altre cose, fuori dal campo.

mercoledì 15 febbraio 2017

In aula

Sono le ore in cui il Coni ha reso noto alle parti che è stata fissata per il 3 marzo, tra un paio di settimane, l'udienza per il ricorso al Collegio di Garanzia, il terzo e ultimo grado di giudizio in ambito sportivo, contro la revoca dei titoli e le sanzioni nei confronti di cinque ex dirigenti mensanini. Ma il 16 febbraio è anche il giorno in cui, quasi cinque anni dopo l'avvio delle indagini, arriva in aula l'inchiesta Time Out.

domenica 12 febbraio 2017

In sicurezza

Salva sul campo, con 9 giornate di fronte e 24 punti già raggiunti, che sono il doppio rispetto a chi è in zona retrocessione. In attesa che la messa in sicurezza anche fuori dal campo venga messa nero su bianco (fino ad allora parlarne non conta). Battendo Agrigento 79-72 grazie anche alla capacità di soffrire, la Mens Sana rivaluta, con uno degli scalpi più prestigiosi del girone, il periodo delle quattro vittorie di fila che aveva preceduto la sconfitta di Treviglio. Col senno di poi, più di quanto permetta di capire il pathos del momento, potrebbe essere ricordata come una serata importante nella storia della stagione della Mens Sana.

lunedì 6 febbraio 2017

Travaglio a Treviglio

Il cuscinetto di tranquillità che la Mens Sana si è conquistata venendo da quattro vittorie di fila è quello che permette di guardare alla sconfitta di Treviglio (85-68) senza i disfattismi a cui porterebbe la sola visione della partita, di per sé. Una partita così aiuta anche a soppesare il valore assoluto di questa striscia di successi in cui la Mens Sana aveva trovato obiettivamente squadre non di livello o non in forma, o nessuna delle due cose. Quello che contava, soprattutto dopo le sette sconfitte di fila, era la classifica, per cui è andata benissimo così, ma poi anche serate come quella di Treviglio vanno accolte con consapevolezza di tutto. Come quella che accompagnerà ora una settimana in cui aspettarsi gli attesi sviluppi fuori campo. Ma che davvero?

lunedì 30 gennaio 2017

Quanti sono gli spettatori della Mens Sana

Sarà capitato anche a voi (cit.) di leggere qua e là - praticamente ovunque - che la Mens Sana ha avuto nel girone di andata il secondo pubblico più numeroso del girone, 2328 presenti di media, sulla base del comunicato diramato in giornata dalla Lega Pallacanestro. Peccato che non sia esatto.

domenica 29 gennaio 2017

Il poker delle sicurezze

Quattro vittorie di fila, e il momento peggiore oggi non se lo ricorda più nessuno. Dieci punti di vantaggio sulla terzultima a 11 giornate dalla fine, e la salvezza è un bel pezzo avanti. Battendo di 21 Reggio Calabria, in verità un cantiere a cielo aperto viste le tante novità, la Mens Sana anche stavolta ha continuato a giocare un basket non perfetto, anche perché il tiro persiste a non entrare un granché. Ma non è il modo di vincere di una squadra in difficoltà che insegue disperata una boccata d'ossigeno, come fino a qualche settimana fa: è il modo di vincere di una squadra che ha ritrovato le sue sicurezze. E con l'energia per farlo.

domenica 22 gennaio 2017

Addizione per sottrazione

Questa vale parecchio. Non solo perché vincendo 57-58 a Casale la classifica della Mens Sana torna a sorridere (vabbè il ritorno in zona playoff, ma soprattutto il +8 sui playout a 11 giornate dalla fine) grazie alla terza vittoria di fila, che è la striscia positiva più lunga dopo le sei di inizio stagione. Di questi tre successi, è il primo che arriva fuori casa, contro una squadra che seguiva in classifica la Mens Sana e che così viene tenuta dietro, oltretutto col primo scontro diretto in questo inizio di ritorno che si riesce a mettere a posto: 2-0 in stagione e +6 in classifica su Casale, che è il massimo risultato con soli 3 punti di scarto totale in due partite. Questa vale parecchio stando sempre avanti o comunque facendo sempre la partita, contro una squadra che non è evidentemente una fontana di talento ma è compatta, meritando soprattutto per le condizioni in cui si è giocato, senza forse il giocatore più importante, l'infortunato Myers. Stoici, uno di quei successi attorno a cui si può cementare una stagione.